Ti penso spesso. Forse troppo.

E ci siamo incontrati. Così. Per caso, o forse dovrei dire ‘per destino’ in quel bellissimo e maledettissimo giorno di giugno.

Stamattina, durante l’ora di matematica, ripensavo a te. Già, come se non lo facessi 24 ore su 24. Beh, ecco, improvvisamente mi è venuta una fitta al petto. Proprio ad altezza del cuore. Mi succede spesso, quando ripenso a te. Quando ripenso a noi.

Non lo so, mi sono sentita strana. C’era una specie di nostalgia che mi aveva pervaso il corpo. Succede ogni volta che sento quel nome: il tuo nome.

Dream

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s